giovedì 26 giugno 2014

Comunicazione sotto la porta dell'Oratorio

Ieri sera, in fase di apertura dell'Oratorio sotto la porta di ingresso era stato infilato un foglio piegato che riportiamo di seguito...


Chiunque ha il diritto di contestare... ma deve anche avere il coraggio di metterci la faccia!
Facciamo presente che non è possibile abbassare il volume... non c'è un amplificatore...
Poi come dice il nostro Parroco.... se ne potrà discutere...

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma perchè è venuto ad abitare a Mignete.

Davide ha detto...

Come qualcuno mi ha detto...
"la lettera è anonima e l'anonimato non è mai degno di nulla se non del cestino..."!!!

Davide ha detto...

Se è appena arrivato...Penso che come inizio... non sia proprio dei migliori... !!!

Davide ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
chiara guglieri ha detto...

Io ho abitato proprio sotto il campanile per 15 anni e i miei genitori ci abitano ancora...quando 14 anni fa è nato mio fratello ammetto che la scampanata delle 7 di mattina ha creato qualche problema con un neonato in casa ma mai e ripeto MAI ci è venuto in mente di scrivere un reclamo...quindi caro il mio bel residente anonimo il campanile era già lì quando lei ha deciso di diventare un cittadino di questa piccola comunità ergo il campanile li rimane con i suoi bei rintocchi in segno di festa e non come inquinamento acustico...venga una settimana a lavorare con me un esselunga e le garantisco che non c è niente di più fastidioso del rumore che fa la gente a parlare continuamente per niente. Poi nobile gesto quello di lasciare una lettera sotto la porta e neanche trovare il tempo di incontrare il prete per diacuterne mettendoci la faccia e in più citare una sentenza che ha avuto un risarcimento di quella cifra come in segno di minaccia...rimango basita davanti a questo mondo pieno di persone intolleranti e presuntose.
Guglieri chiara

Anonimo ha detto...

Carissimo anonimo,
lei è un po' come quelle persone che vengono ad abitare in "campagna" per scappare dalla città e si lamentano dell'odore di letame...
Lei è anonimo quindi non sappiamo cosa faccia e se ha tanto tempo libero, ma mi permetta una cosa: se ha tanto tempo libero, lo impieghi meglio....vada in bicicletta, a piedi e vedrà che le campane di giorno non le daranno fastidio e di notte sarà talmente stanco che neanche si accorgerà dei loro piacevoli rintocchi!
Io è 40 anni che abito qui sempre a pochi metri dal campanile e le assicuro che dopo un po' neanche più le sente!
E' un po' come andare a vivere nei pressi dell'autostrada e lamentarsi con le case automobilistiche chiedendo loro di abbassare il volume del rumore dei loro motori......
Mignete, se ha notato, è un piccolo paese costruito intorno alla SUA CHIESA...la NOSTRA CHIESA con il bel NOSTRO CAMPANILE.
E mi perdoni questo attimo di cultura....le campane una volta venivano suonate per avvertire i nostri contadini dell'arrivo di un temporale o dell'ora del pranzo/cena, quindi dovevano suonare davvero forte!
Sicuramente come detto dal parroco ci si può confrontare ma non sono le campane ad inquinare acusticamente l'ambiente che ci circonda.....
Ha idea di quante macchine transitano sulla strada provinciale esterna a Mignete????? Quindi gli agenti inquinanti sono ben altri!
Scusatemi per il commento un po' lungo ma MIGNETE è il mio PAESE .......
Buona notte...non ho neanche sentito il rintocco dell'una...forse le campane suonano troppo piano!
Barbara!

Anonimo ha detto...

Quale sarebbe il danno biologico ? Quale sarebbe il livello rumoroso del suono delle nostre campane ? O meglio quale sarebbe il nome dell' anonimo Mignetese ? Già quale sarebbe ... Campagnoli Cristiano.